Qualcosa su di me

La mia foto
Napoli, Napoli, Italy
Mi chiamo Andrea Costa e sono nato il 17 aprile 1991 a Napoli. Ho deciso di aprire questo spaces, per condividere i libri che leggo, magari commentarli anche. Vorrei tanti lettori, in modo da far da poter scambiare opinioni e migliorare dal punto di vista intellettuale.

Lettori fissi

29/10/08

Poirot sul Nilo

Ho appena finito di leggere questo libro (la copertina non è questa, ho preso un immaggine a caso). Ovviamente per chi conosce agatha Christie sa che Poirot è un personaggio da lei inventato. Ho cercato un po su internet e ho visto i vari libro con poirot eccoli qua in ordine per uscita...

Dal 1920 alla seconda guerra mondiale

•Poirot a Styles Court (1920)
•Aiuto, Poirot! (1923)
•Poirot indaga (1925)
•L'assassinio di Roger Ackroyd o Dalle nove alle dieci (1926)
•Poirot e i quattro (1927)
•Il mistero del treno azzurro (1928)
•Il pericolo senza nome (1932)
•Se morisse mio marito (1933)
•Assassinio sull'Orient Express (1934)
•Tragedia in tre atti (1935)
•La serie infernale (1935)
•Delitto in cielo (1935)
•Non c'è più scampo (1936)
•Carte in tavola (1936)
•Assassinio sul Nilo o Poirot sul Nilo (1937)
•Due mesi dopo (1937)
•Quattro casi per Hercule Poirot (1937)
•La domatrice (1938)
•Il Natale di Poirot (1938)
•La parola alla difesa (1940)
•Poirot non sbaglia (1940)
•Corpi al sole (1941)
•Il ritratto di Elsa Greer (1943)
•La dama velata e altre storie (raccolta di brevi racconti; in due di questi appare Poirot.
Il libro è stato scritto tra il 1923 e il 1933)
Dopoguerra
•Poirot e la salma (1946)
•Le fatiche di Hercule (1947)
•Alla deriva (1948)
•Il mondo di Hercule Poirot (1951)
•Fermate il boia (1952)
•Dopo le esequie (1953)
•Poirot si annoia (1955)
•La sagra del delitto (1956)
•Macabro quiz (1959)
•Sfida a Poirot (1963)
•Sono un'assassina? (1966)
•Poirot e la strage degli innocenti (1969)
•Gli elefanti hanno buona memoria (1972)
•I primi casi di Poirot (1974)
•Sipario (1975)

Devo dire che mi sto appassionando a questa autrice. Sicuramente il prossimo libro che leggerò sarà sicuramente suo ma, può essere anche che cambio. Non perchè non piaccia più ma solo per aveere una visione a 360°. Dopo avere fatto questo breve commento personale passiamo alla recensione di del libro in questione.
Ovviamente è inutile dire che i libri sono tutti in inglese quindi qualcuno li dovrà pure tradure, nel nostro caso è stato Enrico Piccini.

Cominciamo subito:
Tutta la storia che starò per raccontare come lo si capisce dal titolo è ambientata in Egitto (per questo ho fatto una ricerca sulla biblioteca di Alessandria. da qui mi sono ispirato).
Esattamente non proprio sulla terra ferma come si può capire ma, sul un piroscafo che fa varie tappe.
In tutto il romanzo sono un duplice tentato omicidio e un triplice omicidio sull'imbarcazione. Fate attenzione a questo dettaglio (per chi leggerà il libri capirà a cosa mi riferisco).
Non vorrei fare il bastardo da non dirvi perchè dovete fare attenzione ma, se lo dico adesso finisce subito la sorpresa e proprio questo il bello del libro. Sul mio libro sono ben 218 pagine piene ma vale la pena leggerle tutte. Be' a me piace il mistero quindi dico che il libro mi è piaciuto ma, a chi non è attratto da questo genere può semplicemente dire che non li/le piace. In questo romanzo il presunto assassino è stato molto bravo ed ha cercato di ingannare Poirot ma, non ci è riuscito. Qunto rigurda i personaggi, ne sottolineo solo un in particlare perchè mi ricorda un fun del blog. Ci sta un archeologo che qundo è intrato in scena ho pensato subito a Claudio. Poi il resto dei personaggi li lascio scoprire al futuro lettore.
Io come voto gli darei ottimo. Quando poi leggerò anche gli altri vedrò se è meglio il nuovo stesso questo. Per tutti quanti, il migliore è stato Assassinio sull'Orient Express che è uscito nel 1934. Per adesso mi è piacuto questo di Agatha poi quando lo leggerò vedremo. Secondo me molta gente ha letto solo quello quindi dice che è stato stupendo. Precisiamo che io quel libro non lo conosco quindi non mi posso permettere di giudicarlo.


Aspetto un vostro commento.

2 commenti:

yukiko93 ha detto...

ciao andrea, sono yukiko93.devo dire che "poirot sul nilo mi è piaciuto molto, non solo perchè i gialli ad ambiente chiusosono sempre stati il mio genere preferito, ma anche perchè il libro è scritto in maniera tale che il susseguirsi degli eventi sia fluente e dinamico. in parole povere la trama ti prende e difficilmente ti annoi.e poi i personaggi sono ben strutturati e credibili, anche simpatici talvolta (per esempio la vecchia zitella cleptomane e la scrittrice di romanzi "political-uncorrect" ^^).grazie per avere chiesto la mia opinione.se ti và fai un salto sul mio blog, (è un fumetto online) e dimmi cosa ne pensi.ciao yukiko93

Claudio ha detto...

E' uno dei titoli di Agatha Christie che mi ha entusiasmato di più! Ottimo articolo, migliori a vista d'occhio!